Agraria, giovane studioso fiorentino tra i vincitori del Premio UNASA 2018

Per una ricerca legata allo studio dell'olio
Il giovane studioso fiorentino Cosimo Taiti

Un giovane assegnista del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente (DISPAA) è tra i vincitori del Premio indetto dall’Unione Nazionale delle Accademie per le Scienze Applicate allo Sviluppo dell’Agricoltura, alla Sicurezza Alimentare ed alla Tutela Ambientale (UNASA) dedicato alla triade mediterranea (vite, olivo, cereali e loro prodotti). Si chiama Cosimo Taiti e fa parte del gruppo di ricerca di Stefano Mancuso.

Taiti si è aggiudicato il riconoscimento nella categoria “olivo” grazie a una pubblicazione scientifica dal titolo “Sensory, spectrometric (PTR-ToF-MS) and chemometric analyses to distinguish extra virgin from virgin olive oils”.

Nella motivazione si legge che “il lavoro presentato, pertinente al concorso, confronta i dati ottenuti da una giuria di panelisti con quelli elaborati utilizzando una a tecnologia sofisticata per la quale non è necessaria alcuna preparazione del campione. Il testo risulta articolato in modo soddisfacente (…). Identifica infatti molecole chimiche volatili corredandole al flavor dell’olio, fornendo un approccio scientifico oggettivo per la discriminazione merceologica degli oli”.

La cerimonia di premiazione si è svolta a Lecce lo scorso 11 maggio.

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Romeo Perrotta

Una trappola per l’arsenico? Nel metabolismo di un batterio

Esiste un minerale capace di catturare un elemento tossico sottraendolo all’ambiente circostante...
Leggi di più