A Giurisprudenza il giudice della Corte europea CEDU David Thór Björgvinsson

Per la prima edizione delle cliniche legali Unifi, le esperienze di formazione giuridica che sperimentano il diritto in azione, un gruppo di studenti di Giurisprudenza sta lavorando con David Thór Björgvinsson, già giudice della Corte europea dei diritti dell’Uomo.

 

Dalla Corte europea dei diritti dell’Uomo (CEDU) alle aule di Giurisprudenza, per insegnare agli studenti come si presenta un ricorso al tribunale internazionale. David Thór Björgvinsson, giudice del CEDU dal 2004 al 2013, è il protagonista della prima clinica legale Unifi, dedicata a “La protezione dei diritti da parte della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU)”.

Ospite fino a giugno del Dipartimento di Scienze giuridiche e della Scuola di Giurisprudenza, Björgvinsson sta approfondendo con gli studenti della triennale in Scienze giuridiche e della magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza i temi della tutela dei diritti a livello europeo e le procedure previste per ricorrere al CEDU.

Dopo lo studio di casi concreti il giudice guiderà gli studenti nella stesura di ricorsi su nuovi casi o appelli su decisioni prese dalla CEDU in modo da tradurre nella pratica quanto appreso sulle procedure, sui principi e i diritti tutelati dalla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo.

Le cliniche legali sono un metodo di insegnamento nato negli Stati Uniti e diffuso anche in Italia come modello di formazione giuridica che sperimenta il diritto in azione. All’iniziativa, coordinata da Emilio Santoro, ordinario di Filosofia del diritto, si affianca la clinica legale dedicata a “La protezione internazionale e i diritti dei richiedenti asilo”. Entrambe le cliniche sono sostenute da un finanziamento della Regione Toscana.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

More from Silvia D'Addario

David Burr membro dell’Accademia delle Scienze sociali australiana

Il neuroscienziato eletto fra i nuovi membri della prestigiosa istituzione grazie al...
Leggi di più