La ricerca Re Mida “progetto Life del mese” del Ministero dell’Ambiente

La tecnologia green per il trattamento dei rifiuti è firmata dal Dipartimento di Ingegneria industriale
Progetto Re Mida
Progetto Re Mida

E’ stato progetto Life del mese di marzo del Ministero dell’Ambiente. RE MIDA, iniziativa di ricerca firmata dal Dipartimento di Ingegneria industriale, gestisce in modo innovativo il trattamento del gas residuale delle discariche dismesse.

Il progetto, finanziato dalla Commissione europea, è coordinato da Ennio Carnevale e Giovanni Ferrara ed è stato realizzato in collaborazione con la Regione Toscana e con due partner industriali, il Centro Servizi Ambiente Impianti e Sienambiente.

“Il gas di discarica – spiega Isabella Pecorini, project manager di RE MIDA – è costituito principalmente da gas serra, metano e anidride carbonica, oltre a numerosi composti organici volatili, presenti in quantità minime ma potenzialmente tossici. Il gas residuale delle discariche, pur non consentendo una facile combustione per la sua bassa concentrazione di metano, ad oggi viene trattato con la termodistruzione”.

Il progetto RE MIDA propone, invece, l’ossidazione del metano e l’abbattimento delle sostanze tossiche per via biologica, filtrando il gas residuale con materiali biologicamente attivi, con evidenti vantaggi economici e ambientali. La nuova tecnologia è in fase di sperimentazione in due impianti pilota presso le discariche di Podere il Pero a Castiglion Fibocchi (Arezzo) e delle Fornaci di Monticiano (Siena).


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Mariano nel Comitato editoriale di Philosophical Transactions of the Royal Society

L'incarico nella prestigiosa e antica rivista scientifica internazionale
Leggi di più