Medicina cinese, riconoscimento internazionale ad Anna Rita Bilia

La China Association of Chinese Medicine le ha conferito il premio “2018 Qihuang Prize”

Un prestigioso riconoscimento internazionale per Anna Rita Bilia, che ha ricevuto il premio “2018 Qihuang Prize” della China Association of Chinese Medicine, dedicato agli studiosi che hanno ottenuto grandi risultati in tale settore della ricerca scientifica.

Bilia, docente di Farmaceutico tecnologico applicativo presso il Dipartimento di Chimica ‘Ugo Schiff’, è stata premiata a  Pechino dal vice ministro della salute Wang Guo Qiang  per il suo contributo nella promozione della medicina cinese in diversi campi. In particolare, per l’impegno quale esperto della Farmacopea europea del gruppo di lavoro della medicina cinese tradizionale. Nominata nel 2009 dal Ministero della Salute italiano, infatti, Bilia è stata la capofila di numerose monografie di piante cinesi, che rappresentano il riferimento per il controllo di qualità dei farmaci in Europa.

Le ricerche di Bilia – già presidente della Società Italiana di Fitochimica e delle Scienze delle Piante Medicinali, Alimentari e da Profumo, e presidente della Society for Medicinal Plants and Natural Product Research – riguardano tecnologie innovative per l’ottimizzazione della stabilità, la biodisponibilità e l’efficacia di estratti e singoli costituenti che rappresentano un’importante pietra miliare per lo sviluppo della medicina cinese, in particolare gli studi dedicati all’artemisinina ed Artemisia annua L., all’acido salvianolico e all’andrografolide.

 

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Marta Tiezzi

Studenti Unifi alla scoperta delle biblioteche svizzere

Gli allievi del Master II livello in archivistica, biblioteconomia e codicologia hanno...
Leggi di più