Ulcere cutanee, a studiosa di Chimica il JWC Award 2018

Identificare test in grado di valutare la qualità e le performance di medicazioni da mettere a disposizione degli operatori sanitari. Di questo si occupa lo studio multidisciplinare premiato dalla rivista scientifica. Dall'idea di ricerca nascerà uno spin off.

Riconoscimento internazionale a giovane studiosa fiorentina del Dipartimento di Chimica. Si tratta di Natascia Mennini del gruppo di Tecnologia Farmaceutica che si è aggiudicato il primo premio per la categoria “The Best Laboratory/Preclinical Study” del JWC Award 2018, l’iniziativa della rivista Journal of Wound Care rivolta alle ricerche nel campo della cura delle ulcere cutanee.

Il riconoscimento è stato attribuito dagli organizzatori dell’iniziativa per “la multidisciplinarietà, che ha consentito di sfruttare varie competenze professionali e affrontare il problema in maniera completa e approfondita, gli importanti risvolti pratici dello studio, il lavoro di squadra, la determinazione e la passione per la ricerca”. La cerimonia di premiazione si è svolta a Londra.

“Lo studio – spiega Natascia Mennini –  rappresenta solo un primo stadio di un progetto più ampio in cui il team intende sviluppare ulteriori test e allargare la propria ricerca anche a medicazioni antimicrobiche”.

Dal lavoro di ricerca è nata l’idea di costituire uno spin off (ErmesLab), attualmente in fase di pre-incubazione (XV ciclo), che si propone di erogare servizi e consulenze nel settore dei dispositivi medici e in particolare di eseguire test su medicazioni avanzate per misurarne determinati parametri di qualità.

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Romeo Perrotta

Tecnologie per l’ambiente, al via progetto europeo

Sarà il primo apparecchio automatico di diagnostica capace di rendere efficiente il...
Leggi di più