Asteroide Bennu, ricercatore di Fisica nel team della missione Nasa

Il giovane studioso fiorentino ha collaborato alla individuazione del punto in cui è avvenuto l’atterraggio della sonda OSIRIS-REX. La missione è culminata nella raccolta di un campione che potrebbe rivelare informazioni sulle origini del sistema solare.
Giovanni Poggiali

Anche un giovane studioso fiorentino ha preso parte alla missione dell’agenzia spaziale americana Nasa che, lo scorso 20 ottobre, è riuscita nell’impresa di far approdare la sonda OSIRIS-REX sull’asteroide Bennu, a distanza di 330 milioni di chilometri dalla Terra.

Si tratta di Giovanni Poggiali, dottorando di Fisica, che all’interno del team internazionale ha collaborato alla individuazione e selezione del punto dove è avvenuto l’atterraggio. La missione è culminata nella raccolta di un campione che potrebbe rivelare informazioni importanti sulle origini del sistema solare.

“Mi sono occupato della caratterizzazione spettroscopica della superficie – spiega Poggiali – il mio contributo è stato preso in esame per la decisione finale insieme alle analisi svolte dagli altri gruppi e ad altre considerazioni di carattere ingegneristico.  Questo approfondimento è proprio al centro del mio progetto di dottorato per il quale sono seguito da John Robert Brucato”

Poggiali è membro del team scientifico dall’inizio del dottorato  (novembre 2017) e ha collaborato attivamente a molte fasi della missione nel gruppo dedicato alla spettroscopia infrarossa.

“Ho trascorso due mesi del dottorato all’interno del centro scientifico della missione a Tuscon, in Arizona (presso il Drake Building, struttura del Lunar and Planetary Laboratory nella University of Arizona) – conclude il giovane studioso fiorentino – e ho lavorato così a stretto contatto con i colleghi americani della missione”.

 

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

A Rita Pierini il Praemium Classicum Clavarense

da parte dell'Associazione Italiana di Cultura Classica
Leggi di più