Il trasferimento tecnologico a Unifi, bilancio di un anno

Lo sviluppo delle attività di scambio e dialogo con il mondo dell'impresa e, in particolare, la crescita del portafoglio brevettuale hanno caratterizzato il 2020 e fanno sperare in nuovi positivi traguardi per il nuovo anno.
Archivio fotografico 123rf.com - Riproduzione riservata
Archivio fotografico 123rf.com - Riproduzione riservata

Pensare al 2020 come a un anno ricco di soddisfazioni può sembrare fantascienza. Ciò nonostante l’anno che sta per terminare ha anche riservato sorprese positive per il trasferimento tecnologico e lo sviluppo del portfolio brevettuale dell’Università.

Con le espressioni Trasferimento tecnologico e Terza Missione si è soliti individuare la funzione universitaria dedicata a favorire il dialogo, lo scambio e il transito di patrimonio umano e di ricerca dal mondo accademico a quello dell’impresa.

Tra le tante persone che giornalmente contribuiscono a supportare il processo di trasferimento tecnologico – per tutti, ci limitiamo a nominare Andrea Arnone, Pro-Rettore Vicario con delega al trasferimento tecnologico e ai rapporti col territorio e col mondo delle imprese, e Alberto Reatti, Presidente della Commissione Brevettazione e Proprietà Intellettuale d’Ateneo – un ruolo rilevante è svolto poi dall’Unità Funzionale Brevetti, Spin-off e Laboratori congiunti che si occupa di promuovere la cultura della proprietà intellettuale all’interno della comunità Unifi, di individuare e ottenere le forme di tutela giuridica più opportune per gli esiti di ricerca degli inventori Unifi, della gestione dei diritti e della valorizzazione della ricerca universitaria.

Per limitarsi ai diritti oggetto di deposito presso i competenti uffici, ad oggi l’Università di Firenze detiene in Italia e all’estero 80 famiglie brevettuali attive, 15 marchi registrati, oltre a quelli d’Ateneo, 3 privative vegetali, 5 depositi SIAE, senza contare quelli in via di deposito in questa parte finale dell’anno e tutti quei diritti che sono stati tutelati con modalità differenti. Da anni, nonostante continui nuovi depositi, Unifi riesce a concedere stabilmente in licenza più del 40% del proprio portfolio, generando royalty che rifinanziano altra ricerca, oltre a remunerare economicamente l’inventore coinvolto. Tra il 2016 e il 2019, ultimi anni già contabilizzati, le entrate per royalty si sono avvicinate ai 300.000 euro, con un trend annuale in crescita.

L’anno 2020, nonostante le difficoltà che ha posto al regolare svolgimento dell’azione di promozione e valorizzazione della ricerca universitaria, si sta concludendo positivamente.

Tra le tante cose che si potrebbero nominare, sono stati conclusi numerosi accordi di riservatezza per consentire ad aziende partner di valutare e sperimentare alcune tecnologie brevettate dai nostri inventori; sono in corso alcune importanti negoziazioni per la concessione di licenze brevettuali, di marchio e di privative vegetali; un nostro brevetto è stato selezionato per partecipare alla manifestazione di networking Biovaria 2020, rinviata al 2021. Inoltre, l’Ateneo ha partecipato all’evento Tech Share Day con 21 brevetti, mettendo in risalto due tecnologie relative a malattie rare e nanotecnologie in campo medicale. Da ottobre 2020 e fino a maggio 2021 l’Università partecipa anche a Meet in Italy for life science, un’importante occasione di networking con imprese ed investitori che ha già consentito di allargare il network di contatti su cui l’Ufficio del Trasferimento tecnologico può fare affidamento.

L’Ateneo si è anche aggiudicato – in partnership con le Università di Pisa e di Siena – un finanziamento da € 320.000,00 finalizzato all’innalzamento della maturità tecnologica dei propri brevetti: a tal fine è stato attivato il bando POCArno per selezionare i progetti da finanziare e sui quali saranno pubblicate maggiori notizie nei prossimi giorni.

Per riassumere, l’anno vecchio è finito e non si è persa occasione per seminare e per garantire ai ricercatori di questa incredibile comunità sempre maggiori occasioni di visibilità e valorizzazione.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

More from Lorenzo Micacchi

Il trasferimento tecnologico a Unifi, bilancio di un anno

Lo sviluppo delle attività di scambio e dialogo con il mondo dell'impresa...
Leggi di più