FOTO Solar Orbiter/EUI Team/ ESA & NASA; CSL, IAS, MPS, PMOD/WRC, ROB, UCL/MSSL

Il Sole visto da vicino

La sonda interplanetaria Solar Orbiter ci regala le prime spettacolari immagini della nostra stella. Alla missione dell’ESA e della NASA contribuisce l’Ateneo fiorentino con il telescopio Metis, frutto della ricerca italiana.

Solar Orbiter al momento del lancio a febbraio_FOTO ESA–S. Corvaja

La prima missione spaziale guidata…da casa

Entra nel vivo Solar Orbiter, la spedizione dell’Agenzia Spaziale Europea e della NASA che è “sopravvissuta” al lockdown. E’ in viaggio verso il Sole e in questi mesi è stata guidata dalla maggior parte dei ricercatori direttamente dalle loro abitazioni. Vi contribuisce in larga parte l’Italia, e in particolare l’Università di Firenze.

Solar Orbiter, alla caccia dei misteri del Sole

C’è anche la ricerca dell’Ateneo nella missione del Solar Orbiter, la sonda interplanetaria il cui lancio è previsto per il 2019 a cura dell’Agenzia spaziale europea (ESA) e della NASA. Il gruppo di fisica solare e spaziale del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Firenze ha contribuito alla realizzazione del coronografo Metis, strumentazione che permetterà di indagare la parte più esterna dell’atmosfera del Sole.