Un’installazione dedicata agli studi di Leonardo sul volo

L'opera, realizzata da un gruppo di studenti, sorgerà sul poggio di Montececeri, a Fiesole, dove Leonardo avrebbe condotto esperimenti e osservazioni, accarezzando il sogno di conquistare il cielo.
Il gruppo di studenti che ha lavorato alla realizzazione dell'opera

Si narra che dal poggio di Montececeri, nei pressi di Fiesole, Leonardo Da Vinci abbia fatto volare il suo ‘famiglio’, Zoroastro da Peretola, a bordo di una “macchina volante” in direzione di Firenze.

Grazie a una installazione temporanea, realizzata da un gruppo di studenti e docenti della Scuola di Architettura dell’Università di Firenze, oggi il mito ritorna su quell’altura, che nell’immaginario comune è il luogo degli esperimenti compiuti da Leonardo, delle sue attente osservazioni sul volo degli uccelli, del sogno precoce di conquistare il cielo.

“Il Nibbio” è un’opera interamente in legno, costituita da dieci file di blocchi sovrapposti che evocano i macigni un tempo estratti dalle cave di Maiano. I blocchi si spaccano e ruotano via via in maniera crescente secondo un movimento elicoidale che genera l’immagine di una grande ala protesa verso il vuoto, in procinto di spiccare il volo sopra la città di Firenze, e insieme richiama i gradini di una scala che unendo idealmente la roccia delle cave al cielo delle “macchine volanti” leonardiane, rappresenta la spinta propulsiva dell’ingegno umano, di cui Leonardo è la massima espressione.

Affidandosi ai suoi disegni, gli studenti hanno inoltre ricostruito e reinterpretato una macchina volante, che con un’apertura alare di 3,5 metri, per l’inaugurazione ‘volerà’ appesa a un cavo dal piazzale Leonardo alla base della rupe, compiendo una traiettoria di trenta metri di lunghezza e circa dieci di dislivello.

Il filo che unisce Leonardo alla tenuta di Maiano e in particolare a Montececeri, sarà uno dei temi trattati da un volume edito dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, in uscita a fine anno e dedicato al parco e alle cave di Maiano nei diversi aspetti naturali, storici e antropologici.

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Un modello per studiare come evolvono le eruzioni laviche

Una ricerca del Dipartimento di Scienze della Terra con la partecipazione di...
Leggi di più