I batteri si adattano all’ambiente nella gestione delle risorse

Una ricerca su Nature Communications realizzata da un team, a cui hanno contribuito ben cinque strutture di ricerca Unifi, ha sperimentato come alcuni batteri marini, a seconda del contesto ambientale, adottino in maniera versatile una strategia mista nella gestione dei nutrienti. Diversamente da quanto si era supposto finora.

I cambiamenti climatici incideranno molto sulla variabilità e la concentrazione delle risorse nutrienti disponibili  per la vita delle comunità di batteri, che costituiscono uno dei fondamenti degli ecosistemi terrestri e marini. Come riusciranno i microrganismi a resistere a tali cambiamenti?

Una risposta sorprendente arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications e sviluppato da  cinque strutture di ricerca Unifi (Dipartimento di Biologia, Consorzio Interuniversitario Risonanze Magnetiche di Metallo Proteine, Dipartimento di Fisica e Astronomia, Centro Studi Dinamiche Complesse, Centro di Risonanze Magnetiche – CERM) [Diauxie and co-utilization of carbon sources can coexist during bacterial growth in nutritionally complex environments DOI: 10.1038/s41467-020-16872-8]

Lo studio di un batterio marino, fatto crescere in presenza di varie fonti di carbonio, che sono state gradualmente diminuite in varietà e in quantità, rivela che il microrganismo cambia strategia di consumo dei nutrienti a seconda del contesto, mentre finora si era pensato seguisse un comportamento più schematico. Ce lo spiegano in un video i coordinatori della ricerca Marco Fondi  ed Elena Perrin, del Dipartimento di Biologia.

Written By
More from Duccio Di Bari

Nel Museo di Storia Naturale il primo esemplare di una pianta riscoperta in Malesia dopo 150 anni

La Thismia neptunis, singolare pianta tropicale raccolta nel Borneo un secolo e...
Leggi di più