Careggi e l’Università, 100 anni di storia condivisa

La fondazione dell'Ateneo fiorentino avvenne nel 1924 e il rettore fu l'anatomista e sindaco di Firenze Giulio Chiarugi. Nello stesso anno Careggi accolse i suoi primi pazienti

Era sindaco di Firenze l’anatomista Giulio Chiarugi, quando venne deliberato l’acquisto della proprietà della famiglia Boutorline-Misciatelli, nella zona compresa fra il Romito e Rifredi, estesa nella insenatura formata dalla valle del torrente Terzolle: la tenuta di Careggi.

Fu una decisione sofferta, ma, nel 1914, veniva posta la prima pietra e i padiglioni crebbero nel corso degli anni, attraversando due Guerra Mondiali e diventando, progressivamente, il più grande ospedale della Toscana: si trasferì, infatti, a Careggi anche la Clinica Psichiatrica, venne costruito il CTO e, in anni a noi più vicini, anche il Meyer avrebbe trovato collocazione sulla collina di Marsilio Ficino.

Nel 1924, venivano portati a Careggi i primi pazienti e, nello stesso anno, veniva fondata l’Università, di cui fu primo Rettore proprio Giulio Chiarugi: la coincidenza di questi due anniversari rappresenta una chiave di lettura originale per valorizzare il percorso condiviso da queste due Istituzioni, l’Ospedale e l’Università, da sempre profondamente legate.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Giovanni Gaeta

Uno sguardo di sfuggita e l’occhio si trasforma in un computer

Il senior author David Burr spiega i risultati dello studio condotto da...
Leggi di più