Fiorino d’oro a Stefano Mancuso

Il riconoscimento della Città di Firenze gli è stato consegnato dal sindaco Dario Nardella giovedì 23 giugno al Forte Belvedere.
Stefano Mancuso riceve il Fiorino d'oro dal sindaco Dario Nardella
Stefano Mancuso riceve il Fiorino d'oro dal sindaco Dario Nardella

Stefano Mancuso, ordinario di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree, ha ricevuto il Fiorino d’oro.

Il riconoscimento gli è stato consegnato giovedì 23 giugno – nella vigilia della festa di San Giovanni Battista, patrono di Firenze – dal sindaco Dario Nardella in una cerimonia pubblica al Forte Belvedere.

Il Fiorino – attribuito quest’anno anche ad altre nove personalità del mondo della cultura e del lavoro, delle istituzioni e dell’associazionismo – premia donne e uomini che si siano distinti per la loro opera e che abbiano dato lustro alla città, rendendo anche un servizio alla comunità nazionale e internazionale.

Mancuso – si legge nella motivazione del riconoscimento – è “il neurobiologo che ha cambiato per sempre il nostro modo di guardare il mondo vegetale, facendoci scoprire quanto le piante siano simili a noi nella capacità di risolvere problemi e comunicare. Grazie alla sua attività di ricerca e divulgazione all’Università di Firenze – continua la motivazione – ha indicato alla comunità scientifica e alla società civile soluzioni concrete al problema del riscaldamento globale e alla perdita di biodiversità, una via per ripensare il rapporto dell’uomo con l’ambiente naturale e valorizzare la straordinaria varietà di ecosistemi e specie che ci circonda”.

Stefano Mancuso è il fondatore della neurobiologia vegetale. Accademico ordinario dell’Accademia dei Georgofili, dirige il Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV). È membro fondatore della International Society for Plant Signaling & Behavior e fondatore ed Editor in Chief di “Plant Signaling and Behavior” (USA) e Editor in Chief di “Advances in Horticultural Science”.

Nel 2010 è stato il primo scienziato italiano ad essere invitato come speaker in un TED GLOBAL. Nel 2014 fonda PNAT, una start-up dell’Ateneo per la creazione di tecnologia ispirata dalle piante con cui produce Jellyfish Barge, una serra galleggiante, autonoma e completamente ecosostenibile, presentata a Expo 2015 e oggetto di numerosi premi fra i quali l’International Award Innovative Ideas and Technologies on Agribusiness dell’UNIDO (United Nations Industrial Development Organization).

Ha al suo attivo numerosi volumi, tradotti in tutto il mondo, e oltre 300 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali. Il suo libro “Plant Revolution” ha vinto il Premio Galileo 2018, il più prestigioso riconoscimento per la saggistica scientifica. Nel marzo 2019 ha curato presso la Triennale di Milano la mostra “La Nazione delle Piante”.

Consigliere speciale del sindaco di Firenze per i temi dell’ambiente, è membro del comitato scientifico “Toscana Carbon Neutral” istituito dalla Presidenza della Regione Toscana. Da gennaio 2022 è direttore scientifico della Fondazione per il Futuro delle Città (Fondazione della Presidenza del Consiglio).

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Riconoscimento internazionale ad Alberto Del Bimbo

Riconoscimento ad Alberto Del Bimbo da parte dell’Association for Computing Machinery (ACM),...
Leggi di più