La ricerca fiorentina nel primo rapporto mondiale sulle specie aliene

Elena Tricarico, zoologa del Dipartimento di Biologia, è l'unica scienziata italiana a figurare tra gli autori del documento
Archivio fotografico 123rf.com - Riproduzione riservata
Archivio fotografico 123rf.com - Riproduzione riservata

Granchio blu, cimice asiatica, zanzara tigre. Sono solo le più conosciute delle oltre tremila specie non autoctone che hanno colonizzato l’Italia negli ultimi anni, ma il fenomeno è globale. Questa invasione aliena produce danni elevatissimi a flora e fauna locale, all’economia e pone in alcuni casi anche problematiche sulla salute delle persone.

A tracciare l’evoluzione mondiale del fenomeno negli ultimi cinquant’anni e a prospettare linee di intervento efficaci per arginare la diffusione di specie dannose ci ha pensato il primo Rapporto mondiale IPBES sulle specie aliene invasive (https://zenodo.org/records/8314303).

Unica italiana tra gli autori del documento è Elena Tricarico, zoologa e ricercatrice del Dipartimento di Biologia di Unifi. In particolare, la studiosa si è occupata della stesura del secondo capitolo del report: “Trends and status of alien and invasive alien species” (https://zenodo.org/record/7430726).

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Giovanni Gaeta

Biodiversità, avvistata a Fiesole farfalla “scomparsa”

È un esemplare di Zerynthia cassandra e da decenni non veniva osservata...
Leggi di più