L’Ateneo in un progetto europeo sulle sindromi psicosomatiche

Si chiama Etude, si inserisce nel quadro del programma Horizon 2020 e si propone di arrivare a nuovi metodi diagnostici e a trattamenti più efficaci.
Archivio fotografico 123rf.com - Riproduzione riservata

Sviluppare conoscenze sulle sindromi psicosomatiche per arrivare a nuovi metodi diagnostici, mettere a punto trattamenti più efficaci e contribuire alla riduzione del pregiudizio che connota ancora queste patologie.

Sono questi i principali obiettivi scientifici di Etude, il progetto finanziato nel quadro del programma Horizon 2020 Marie Curie IITN al quale lavorerà il Dipartimento di Scienze della Salute all’interno di una rete coordinata dall’Università di Groningen (Olanda).

Il progetto – spiega Fiammetta Cosci, docente di Psicologia clinica – prenderà il via alla fine dell’anno e punterà alla formazione di 15 persone che acquisiranno competenze multidisciplinari per tradurre approfondimenti teorici in prodotti e servizi pratici”.

Più in generale, l’attività del network porterà a rafforzare la collaborazione tra partner accademici e l’industria perché siano recepite le più recenti acquisizioni scientifiche nel campo delle sindromi psicosomatiche.

Fanno parte della rete di Etude anche la Uniwesytet Medyczny in Slasickch (Polonia); Stichting Katholieke Uiversiteit (Olanda), Universitatesklinikum Hamburg-Eppendorf (Germania), Dimence Group (Olanda), University of Edinburgh (Regno Unito), Aarhus Universitetshospital (Danimarca), University of Sheffield (Regno Unito), Klinikum Rechts der Isar der Technichen Universitat Munchen (Germania), Johannes Gutenberg-Universitat Mainz (Germania).


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Progettare sostenibile, premiato in Cina gruppo di ricerca del DIDA

Classificato  tra i vincitori  della competizione internazionale sull'architettura sostenibile il progetto Unifi per...
Leggi di più