I Lincei premiano di nuovo Bindi

Il geologo fiorentino nominato Socio Corrispondente per la classe delle Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali, categoria Geoscienze. L'Accademia Nazionale aveva conferito al docente fiorentino il Premio Presidente della Repubblica nel 2015
copyright @Tania/Contrasto, per gentile concessione dell'autrice

Luca Bindi nominato Socio Corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei per la classe delle Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali, categoria Geoscienze. Il prestigioso riconoscimento è stato annunciato al docente del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Firenze da parte della più antica Accademia scientifica del mondo. La cerimonia di investitura è in programma venerdì 8 novembre, a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Titolare della cattedra di mineralogia e cristallografia presso l’Ateneo fiorentino e Associato all’Istituto di Geoscienze e Georisorse del Centro Nazionale delle Ricerche, Luca Bindi è autore di circa trecento pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali. Porta la firma di Bindi la scoperta del primo quasicristallo naturale, un materiale che è una via di mezzo tra lo stato cristallino e lo stato vetroso, in grado di formarsi spontaneamente e di rimanere stabile per tempi geologici.

Due lavori scientifici riferiti alla scoperta del primo quasicristallo naturale, a cura del docente fiorentino, sono stati citati nello “Scientific Background on the Nobel Prize in Chemistry 2011 – The Discovery of Quasicrystals[” della Nobel Committee for Chemistry – Royal Swedish Academy of Sciences.

Bindi è vincitore di numerosi premi scientifici nazionali ed internazionali tra cui il Premio Presidente della Repubblica 2015 nella categoria Scienze fisiche, matematiche e naturali dell’Accademia Nazionale dei Lincei e il Premio Aspen Institute Italia 2018 per la collaborazione e per la ricerca scientifica tra Italia e Stati, ricevuto insieme al fisico Paul J. Steinhardt.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Romeo Perrotta

Ricostruita la storia evolutiva del drago di Komodo

L'intero DNA della più grande lucertola vivente al mondo è stato sequenziato...
Leggi di più