Il Galileo Galilei Institute diventa Centro nazionale di studi avanzati per la Fisica teorica

Nell'anniversario della nascita del grande scienziato, l'istituto d'eccellenza per l'alta formazione in Fisica teorica, il Galileo Galilei Institute, diventa Centro nazionale di studi avanzati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in partnership con l’Università di Firenze.

 

Il Galileo Galilei Institute (GGI), istituto d’eccellenza per l’alta formazione in Fisica teorica diventa Centro Nazionale di Studi Avanzati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in partnership con l’Università di Firenze. L’evento viene festeggiato in una cerimonia nella sede di Arcetri, alla presenza della comunità scientifica e delle istituzioni il 15 febbraio, anniversario della nascita di Galileo Galilei a cui è intitolato il centro che ogni anno ospita centinaia di scienziati provenienti da tutto il mondo.

“La trasformazione del GGI in Centro Nazionale di Studi Avanzati è il riconoscimento del ruolo di riferimento e di impulso che il centro in questi primi dodici anni di attività ha svolto per la comunità internazionale di fisica teorica” commenta Daniele Dominici, direttore del GGI e docente del dipartimento di Fisica e astronomia. “Il Centro, dotato, nella nuova veste istituzionale, di autonomia amministrativa e personale proprio, continuerà a promuovere, potenziandole, le attività di ricerca, di alta formazione e di diffusione della cultura scientifica del precedente istituto” conclude Dominici.

Con sede sul colle di Arcetri, luogo storico della fisica e dell’astronomia fiorentine, il GGI è il primo istituto europeo dedicato alla fisica teorica delle interazioni fondamentali ed è stato fondato con lo scopo di organizzare e ospitare workshop di livello avanzato. Nato per iniziativa di Giuseppe Marchesini e di altri fisici teorici e realizzato grazie alla collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e l’Università di Firenze, dal 2006 il GGI ha ospitato oltre 5000 scienziati provenienti da ogni parte del mondo.

Il GGI organizza quattro scuole di dottorato, di 2-3 settimane ciascuna, dedicate alla Teoria delle stringhe, alla Fisica teorica delle particelle elementari, alla Fisica teorica nucleare e alla Teoria dei campi e Meccanica statistica, a cui si aggiungerà, nel 2019, una scuola di Cosmologia e astroparticelle.

Per le sue attività il Centro può contare anche su un finanziamento di circa 600.000 euro da parte della Fondazione statunitense Simons che ha sostenuto un progetto di cinque anni con l’obiettivo di favorire e supportare la presenza, presso l’Istituto, di scienziati di fama internazionale e di giovani ricercatori.

Con il Centro Nazionale GGI viene istituita la “Medaglia Galileo”, premio che sarà assegnato per la prima volta nel 2019 a ricercatori che hanno dato contributi particolarmente rilevanti al progresso della ricerca in Fisica teorica.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Violenza contro le donne, a giovane studiosa dell’Ateneo fiorentino premio per la migliore tesi di dottorato

Il riconoscimento è stato promosso dalla Delegazione parlamentare italiana presso il Consiglio...
Leggi di più