Italia – UK, premio a David Burr

Ha ricevuto il GREAT Research Made in Italy Award, dedicato a ricercatori britannici che svolgono la loro attività presso istituzioni italiane.
Da sinistra, l'Ambasciatore britannico Jill Morris, David Burr, il Console Generale UK Catriona Graham.
Da sinistra, l'Ambasciatore britannico Jill Morris, David Burr, il Console Generale UK Catriona Graham.

Riconoscimento internazionale per David Burr.

Burr, ordinario di Psicobiologia e psicologia fisiologica presso il Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino (NEUROFARBA) ha ricevuto il “GREAT Research Made in Italy Award”.

Il premio – assegnato il 28 novembre 2019 nel corso di un evento promosso dallo UK Department for International Trade per celebrare l’eccellenza delle aziende  italiane e britanniche che investono con successo nei due paesi – è dedicato a ricercatori britannici che svolgono le loro attività presso istituzioni italiane, con lo scopo di valorizzare e far conoscere l’eccellenza delle collaborazioni in atto tra Italia e Regno Unito. E’ stato istituito dallo Science and Innovation Network (SIN) del governo britannico, un network internazionale di più di 100 funzionari che opera  in oltre 40 paesi e territori in tutto il mondo, per creare e facilitare partnership e collaborazioni in scienza e innovazione.

Il Premio a David Burr è un riconoscimento all’approccio multidisciplinare ed innovativo della sua ricerca, che combina tecniche psicofisiche, computazionali, elettrofisiologiche e l’uso di neuro imaging per comprendere il continuo ricalibrarsi dei meccanismi percettivi indotti dalle esperienze sensoriali. Burr coordina il progetto “GenPercept”, finanziato grazie al suo secondo European Research Council Advanced Grant- ERC, con il quale, insieme al suo team, continuerà ad esplorare come la nostra percezione del mondo sia influenzata dalle passate esperienze.  Burr ha anche creato, con il suo primo ERC Grant, il Pisa Vision Lab,  centro di ricerca dove collaborano ricercatori e staff delle Università di Firenze e Pisa, l’Istituto di Neuroscienze del CNR e la Fondazione Stella Maris.

 

 

 

 

 

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Espansione dell’Universo, più vicini al Big Bang grazie ai quasar

Lo studio del Dipartimento di Fisica e Astronomia, pubblicato da Nature Astronomy,...
Leggi di più