Premio L’Oréal Italia – Unesco, Unifi ospiterà i progetti di due delle vincitrici

Le ricerche di Letizia De Chiara e Natalia Bruno, finanziati con le borse di studio “Per le Donne e la Scienza”, saranno svolte rispettivamente presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche e presso il polo scientifico di Sesto Fiorentino
Le ricercatrici premiate
Le ricercatrici premiate: Natalia Bruno è la terza da sinistra, Letizia De Chiara è la prima da destra

Assegnato a sei giovani ricercatrici il premio L’Oréal – Unesco “Per le Donne e la Scienza”, giunto alla diciannovesima edizione italiana e tenutosi alla presenza della Ministra per le Pari Opportunità e per la Famiglia Elena Bonetti.

Due delle sei vincitrici delle borse di studio, del valore di 20.000 euro ciascuna, sono Letizia De Chiara e Natalia Bruno, che svolgeranno i loro progetti presso Unifi.

Letizia De Chiara
Letizia De Chiara

Letizia De Chiara si è laureata in Biologia cellulare e molecolare a Firenze, ha conseguito il dottorato di ricerca a Torino, si è perfezionata a Dublino e a New York, da dove è tornata in Italia nel 2017 grazie ad una collaborazione con Paola Romagnani presso l’Azienda ospedaliero universitaria Meyer, vincendo in seguito una borsa Marie Curie. Si è aggiudicata il premio L’Oréal Italia – Unesco per il progetto di ricerca intitolato “Cellule poliploidi renali: un nuovo strumento per la prevenzione della malattia renale acuta”, che verrà sviluppato presso il Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche.

Natalia Bruno, laureata a Roma La Sapienza, ha conseguito il dottorato di ricerca a Ginevra, compiendo poi studi a Barcellona. Impegnata attivamente per la parità di

Natalia Bruno
Natalia Bruno

genere, studia le applicazioni dell’ottica nonlineare, della fisica atomica e della fisica dello stato solido alle tecnologie quantistiche. Il progetto con cui ha vinto il riconoscimento, dal titolo “AQTRESS – Atomic Quantum Technologies for Reliable Engineering of Solid-State devices” sarà ospitato al polo scientifico di Sesto Fiorentino.

Bruno, infatti, è attualmente ricercatrice presso l’Istituto Nazionale di Ottica del CNR, è affiliata al Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non lineare (LENS) e opera presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Ateneo fiorentino.

Il Premio L’Oréal – Unesco, nato nel 1998, è il primo riconoscimento internazionale dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Il bando di questa edizione ha raccolto 320 candidature da tutta Italia.

 


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from Duccio Di Bari

Alla scoperta dei meccanismi dell’apprendimento

Uno dei segreti della nostra capacità di apprendere risiede in una proteina...
Leggi di più