Contrasto agli stereotipi di genere, cinque laureate Unifi vincitrici della terza edizione del premio

Il riconoscimento assegnato nell’ambito dell’iniziativa di Regione, Commissione regionale pari opportunità e Atenei della Toscana.

Cinque laureate dell’Università di Firenze sono fra le protagoniste del premio “Analisi e contrasto degli stereotipi di genere”, assegnato dalla Regione Toscana, dalla Commissione regionale pari opportunità e dagli atenei della Toscana (Università di Firenze, di Pisa e di Siena, Scuola Superiore Normale di Pisa, Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa, Università per Stranieri di Siena, Scuola IMT Alti Studi di Lucca).

Le cinque dottoresse Unifi, fra le 10 complessivamente premiate nell’ambito dell’iniziativa, sono tutte laureate magistrali. Letizia Scrobogna, con la tesi “Fiocco rosa, fiocco azzurro? Una ricerca netnografica sulla costruzione del genere in gravidanza” (laurea in Sociologia e ricerca sociale); Marta Baroncelli, con “Resilienza ed empowerment nella intimate partner violence: verso un assessment multidimensionale in ambiente virtuale” (laurea in Psicologia del corso di vita e dei contesti); Camilla Ciappei, con “Women on Board, Women Executive: evidenze empiriche sull’impatto delle performance aziendali” (laurea in Accounting e libera professione); Viola Gaba, con “Sharia Councils and Muslim Women’s Rights in Great Britain: Friends or Foes?” (laurea in Relazioni internazionali e studi europei); Francesca Rossini, con “Tutti soli appassionatamente: la co-governance dei centri antiviolenza sulle donne nei casi studio di Firenze e Bologna” (laurea in Sociologia e ricerca sociale).

L’iniziativa, giunta quest’anno alla terza edizione, è riservata alle tesi di laurea e alle pubblicazioni scientifiche dedicate a contrastare gli stereotipi di genere e, al tempo stesso, allo studio di come possano essere superati in diversi modi e forme: nei testi scolastici e scientifici, nella comunicazione politica, nella pubblicità e più in generale nei luoghi di lavoro.

La cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 15 ottobre presso l’Università per Stranieri di Siena, alla presenza del suo rettore, Pietro Cataldi, di Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana, e di Rosanna Pugnalini, presidente della Commissione Regionale Pari Opportunità.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

More from Silvia D'Addario

Come individuare in fase precoce le possibili recidive del tumore al seno

Grazie alla metabolomica, un genere di analisi basata sulla risonanza magnetica nucleare,...
Leggi di più