Premio per la cooperazione scientifica tra Italia e Israele ad Anna Maria Papini

Il riconoscimento è intitolato a Rita Levi-Montalcini e prevede lo svolgimento di attività didattica e di ricerca presso università israeliane
Anna Maria Papini
Anna Maria Papini

È Anna Maria Papini, docente di Chimica organica del Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff”, la vincitrice del Premio Rita Levi Montalcini 2019, promosso dal Council for Higher Education di Israele.

Il premio ha lo scopo di promuovere lo scambio di studiosi tra Italia e Israele. Infatti, grazie a questa opportunità, Papini potrà trascorrere 4 mesi in Israele presso l’Institute of Chemistry della Hebrew University e la Facoltà di Medicina della Bar Ilan University, in collaborazione con il Weizmann Institute of Sciences e tenere un ciclo di lezioni. Il premio prevede l’assegnazione di 40 mila euro alle istituzioni ospitanti per finanziare il soggiorno.

Un riconoscimento che valorizza anche i risultati raggiunti dall’unità di ricerca interdipartimentale PeptLab, coordinata da Papini, in collaborazione con il Dipartimento di Immunologia del Weizmann Institute of Science, dimostrando l’interesse della comunità scientifica internazionale verso il ruolo della chimica organica delle biomolecole ed in particolare dei peptidi, delle proteine e degli zuccheri, nelle ricerche all’interfaccia con la biomedicina.


COPYRIGHT: © 2017 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE.
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo post sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Written By
More from redazione

Agraria, il premio “Soldera Case Basse” a due studiosi Unifi

Il riconoscimento internazionale è stato attribuito per uno studio su uve e...
Leggi di più