La manifestazione "Cartasia" a Lucca

Filmare le arti, il progetto CAPUT

Una mostra, un volume e la premiazione di video realizzati da studenti dell’Ateneo concludono il progetto strategico CAPUT (Cinema Arte Paesaggio Università Toscana) destinato alla conoscenza e valorizzazione del patrimonio territoriale.

Una playlist firmata Escherichia coli

Un gruppo di nostri studenti alla competizione iGEM del MIT di Boston dedicata ai prototipi basati sulla biologia sintetica con un progetto di Science Art che traduce lo scambio di informazioni tra due Escherichia coli in fluorescenze e suoni. It’s the “Sound of Coli”.

fot - Diritto d'autore: stockbroker / 123RF Archivio Fotografico

La persona al centro della cura

Nei policlinici universitari fiorentini metodi di cura complementari portano in reparto musica, arte, teatro e clown terapia, ma anche animali addestrati ad assistere i pazienti. Un’esperienza consolidata raccolta nel nuovo Master Unifi che mette al centro le persone.

Umberto Cassuto

Umberto Cassuto. Da Firenze a Gerusalemme

La figura del biblista ed ebraista di fama internazionale si intreccia con la storia dell’Università di Firenze, in cui ha studiato e poi insegnato fino all’avvento delle leggi razziali. La sua opera e i suoi lavori rappresentano un punto di riferimento insuperato.

Turisti a Firenze - (Diritto d'autore: maridav / 123RF Archivio Fotografico)

Turisti non per caso: ci pensa il “Destination Manager”

Il progetto di ricerca europeo Vector, guidato dalla Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione con la partecipazione del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, sta realizzando un percorso formativo online per un nuovo profilo professionale, il Destination Manager. Ne parliamo con il coordinatore scientifico del progetto, Giovanni Liberatore.

Foto - Diritto d'autore: lakephotography / 123RF Archivio Fotografico

Un vertebrato primitivo e le Neuroscienze

Separata dagli altri vertebrati da milioni di anni di evoluzione, la lampreda mantiene con loro somiglianze significative, tanto che il suo sistema nervoso è oggetto di studio per comprendere meccanismi importanti come quello del ritmo respiratorio.

foto Noh Gonbad

Le nove cupole dell’Universo

Della magnifica moschea di Noh Gonbad, eretta nell’VIII secolo nel nord dell’Afghanistan, e crollata per un terremoto pochi decenni dopo la costruzione, rimangono il perimetro delle mura e delle colonne esterne e due giganteschi archi che sostenevano le cupole centrali. Per la loro conservazione è al lavoro dal 2007 un’equipe internazionale che conta sulla collaborazione di Ugo Tonietti, docente del Dipartimento di Architettura.